Le balene grigie della Baja California

Sono più di 11000 i Km percorsi ogni anno dalle Balene Grigie (Eschrichtius robustus) che, dalle fredde acque dell’Alaska, raggiungono le coste  della Baja California per dare alla luce i propri piccoli e alimentarli nelle acque tiepide e nelle  lagune poco profonde e protette dai predatori tra Pacifico e Mar di Cortés.

I cetacei si fermano qui durante i mesi invernali, approssimativamente tra dicembre e fine aprile,  popolando in un numero molto elevato ( che raggiunge anche gruppi di 600/700 esemplari ) l’area dichiarata Zona Protetta alla fine degli anni ’80 conosciuta come ” Parque Ecologico Vizcaino”.

10887069_10153100878201522_215138914767264153_o

Uno degli “spot” di maggior concentrazione delle Balene grigie, all’interno della  Riserva della Biosfera di Vizcaino,  è sicuramente la Laguna San Ignacio che offre ospitalità anche ad altre specie marine : delfini, tartarughe e otarie, oltre ad una moltitudine di uccelli migratori che trovano, lungo la costa punteggiata da foreste di mangrovie, un ecosistema perfetto.

DCIM100GOPRO

Alla fine degli anni ’90 si fece strada un progetto, portato avanti da una grande multinazionale giapponese  in accordo con la “società Messicana Exportadora de Sal”, per la costruzione della più grande salina del mondo proprio alla Laguna San Ignacio. Tale progetto avrebbe compromesso il delicato equilibrio ambientale della più grande “sala parto per cetacei” del pianeta, mettendo in serio pericolo la Balena Grigia e le altre specie che popolano quest’area protetta.

Biologi marini da tutto il mondo, gruppi ambientalisti ed una vera e propria sollevazione popolare fecero naufragare questo progetto .

Da allora, con maggior interesse ed impegno, i residenti così come le cooperative di pescatori ed i  piccoli imprenditori della zona, si organizzarono per sviluppare  e stimolare quanto più possibile l’eco-turismo,  aiutando così a preservare il loro territorio e, soprattutto, proteggere le Balene dall’estinzione imminente.

Grazie all’apporto dei whale watchers provenienti ogni inverno da ogni parte del mondo, si è reso possibile un vero cambio di prospettiva economica. L’indotto dell’eco-turismo ha creato infatti le basi per la sostenibilità di tutti i progetti di mantenimento e sviluppo della riserva marina, ma anche la sopravvivenza e lo sviluppo sociale dei residenti e dei piccoli imprenditori locali .

Le Balene della Baja California per il momento avevano vinto!

Seppur la questione sia piuttosto controversa e le balene siano tuttora in grave rischio durante tutta la loro lunghissima migrazione, anche  grazie all’istituzione della Riserva della Biosfera di El Vizcaino, le balene grigie vennero depennate nel 1994 dalla lista delle specie in estinzione degli Stati Uniti.

A video by Jaime Rojo and Patricio Robles Gil, with support from the National Commission of Protected Areas of Mexico

About Author

Sirdar

Testi ed Articoli by Annalisa Borsani

Leave a Reply